Vendita Diretta e Network Marketing a Confronto

Uno dei più grandi dilemmi che affliggono i neofiti nel network marketing è quello relativo alla vendita.

Tra le domande più gettonate abbiamo “Ma è necessario vendere nel network marketing?”

Fermiamoci un attimo ad analizzare… quale credenza limitante si nasconde dietro questa domanda?

Beh di sicuro la domanda nasce da una credenza limitante sulla vendita, ed è proprio questa credenza a far nascere emozioni di disagio ogni qual volta ci si trova in una situazione di vendita.

L’abilità d’individuare le credenze limitanti nascoste dietro le domande è fondamentale per raggiungere risultati importanti nel Network Marketing. 

Per cambiare le abitudini bisogna cambiare le azioni, per cambiare le azioni bisogna prima cambiare le credenze.

Anche il venditore diretto deve sviluppare questa abilità per ottenere risultati importanti, con delle differenze però rispetto al Networker. Mentre per il primo le possibili credenze sono minori poiché vende soltanto il prodotto, per il secondo le possibili credenze sono molte di più dato che oltre a vendere un prodotto vende anche un lavoro, un sogno o uno stile di vita.

D’altra parte il Venditore deve agire più velocemente poiché si gioca tutto in una o massimo 2 visite mentre il Networker ha molte più opportunità a disposizione per agire.

Un’altra differenza sostanziale tra Networker e Venditore Diretto è che per il primo tutto finisce nel momento dell’acquisto, ovvero il più delle volte il rapporto Venditore-Cliente finisce lì.

Mentre per il secondo la vendita è un modo per veicolare il business con lo scopo di creare una rete autonoma di Networker in grado di generare una rendita ricorrente e automatica.

Questo fa sì che nella vendita diretta è fondamentale padroneggiare in modo efficace le strategie di chiusura, mentre nel network, per quanto riguarda la decisione di intraprendere l’attività, non è quasi mai immediata, ma deve essere metabolizzata nel tempo.

Inoltre il più delle volte nel Network si ha a che fare con prodotti non durevoli, nella vendita diretta invece con beni durevoli, dunque la fidelizzazione nel network è fondamentale mentre nella vendita diretta di beni durevoli un po’ meno.

In conclusione possiamo dire che nel caso del venditore l’obiettivo è vendere il più possibile e il guadagno è più immediato.

Nel caso di un Networker, l’obiettivo è crearsi una rendita automatica partendo da 0. Sebbene nel network sia possibile vendere, spesso si ha a che fare con finti distributori, o meglio clienti vestiti da distributori.

L’abilità di riuscire a distinguere un potenziale cliente da un potenziale distributore è fondamentale per avere un’attività di network in salute fin da subito.

Prenota la Tua Consulenza Gratuita

COMPILA IL MODULO